Logo
ITA
mobile website coming soon

Un viaggio nelle vicende storiche di Porzus, un’occasione per ricordare una delle pagine più dolorose e controverse della Resistenza friulana. L’eccidio di diciassette partigiani (tra cui una donna) della Brigata Osoppo, formazionedi orientamento cattolico e laico-socialista che fra il 7 e il 18 febbraio 1945 fu compiuto da parte di un gruppo di partigiani appartenenti al Partito Comunista Italiano.

Accompagnati dal professor Paolo Strazzolini, docente dell’Università di Udine, ricercatore storico della tragedia consumata alla malga di Topli Uork , attraverseremo i luoghi dell’eccidio rivivendo gli eventi, gli antefatti, i retroscena e le azioni dei vari personaggi coinvolti.

L’itinerario che partirà dalla sede della Pro Loco di Porzus dove l’incontro sarà arricchito da immagine e slide, proseguirà alla malga e in seguito sosterà alla bocchetta di S. Antonio, protagonista anch’essa di una fatto storico legato alla Prima Guerra Mondiale. Nell’ottobre del 1917, dopo la sconfitta di Caporetto, i superstiti della brigata Potenza si ritirarono verso Forame. Alcuni militari, chiusi nella cappelletta di S. Antonio, li proteggevano cercando di fermare gli austriaci che li seguivano.
Il loro numero era esiguo, ma continuarono a sparare fino a quando il loro gesto eroico non li portò alla morte.

Il percorso terminerà all’agriturismo Zaro, dove verrà servito il pranzo a base di gustose prelibatezze i cui ingredienti sono prodotti dall’agriturismo stesso, risultato del lavoro, sacrificio e passione dei titolari.

Porzus, piccola frazione all’interno del comune di Attimis, collocata in una cornice naturale fra la montagna e la pianura friulana, gode di uno splendido panorama e funge da partenza per interessanti percorsi naturalistici.

Il paese fu protagonista nel 1855 dell’apparizione della “Madonna de sesule” che segnò profondamente tutta la comunità.

Un’occasione unica per ripercorrere insieme una storia troppo spesso dimenticata, beneficiare di uno splendido contesto naturalistico e godere dei sapori della cucina locale.

Luogo e ora dell’incontro: Pro Loco Porzus – ore 9.30

Programma dell’escursione:

1. Presentazione del prof. Paolo Strazzolini delle vicende connesse all’eccidio presso la Pro Loco Porzus con il supporto di materiale mediatico.

2. Trasferimento alla malga per visionare i luoghi della tragedia.

3. Tappa alla Bocchetta di S. Antonio: cronaca dei fatti connessi alla disfatta di Caporetto.

4. Pranzo alla malga Zaro comprensivo di primo, secondo, dolce, caffè, vino e acqua.

I Trasferimenti da un luogo all’ altro (di circa 10- 15 minuti ciascuno) avverranno con auto propria in modo da dare maggiore spazio alla presentazione dei fatti storici.

SCARICA MAGGIORI INFO
L’ECCIDIO DI PORZUS: I FATTI E I PROTAGONISTI DELLA RESISTENZA FRIULANA.
ESCURSIONI E VIAGGI
Prenotabile per gruppi (minimo 25 persone).
Euro 35,00 per Persona.
DEGUSTAZIONE PRODOTTI TIPICI
VISITA GUIDATA
INTERESSE STORICO
L’ECCIDIO DI PORZUS: I FATTI E I PROTAGONISTI DELLA RESISTENZA FRIULANA.
ESCURSIONI E VIAGGI
Prenotabile per gruppi (minimo 25 persone).
Euro 35,00 per Persona.
DEGUSTAZIONE PRODOTTI TIPICI
VISITA GUIDATA
INTERESSE STORICO

Un viaggio nelle vicende storiche di Porzus, un’occasione per ricordare una delle pagine più dolorose e controverse della Resistenza friulana. L’eccidio di diciassette partigiani (tra cui una donna) della Brigata Osoppo, formazionedi orientamento cattolico e laico-socialista che fra il 7 e il 18 febbraio 1945 fu compiuto da parte di un gruppo di partigiani appartenenti al Partito Comunista Italiano.

Accompagnati dal professor Paolo Strazzolini, docente dell’Università di Udine, ricercatore storico della tragedia consumata alla malga di Topli Uork , attraverseremo i luoghi dell’eccidio rivivendo gli eventi, gli antefatti, i retroscena e le azioni dei vari personaggi coinvolti.

L’itinerario che partirà dalla sede della Pro Loco di Porzus dove l’incontro sarà arricchito da immagine e slide, proseguirà alla malga e in seguito sosterà alla bocchetta di S. Antonio, protagonista anch’essa di una fatto storico legato alla Prima Guerra Mondiale. Nell’ottobre del 1917, dopo la sconfitta di Caporetto, i superstiti della brigata Potenza si ritirarono verso Forame. Alcuni militari, chiusi nella cappelletta di S. Antonio, li proteggevano cercando di fermare gli austriaci che li seguivano.
Il loro numero era esiguo, ma continuarono a sparare fino a quando il loro gesto eroico non li portò alla morte.

Il percorso terminerà all’agriturismo Zaro, dove verrà servito il pranzo a base di gustose prelibatezze i cui ingredienti sono prodotti dall’agriturismo stesso, risultato del lavoro, sacrificio e passione dei titolari.

Porzus, piccola frazione all’interno del comune di Attimis, collocata in una cornice naturale fra la montagna e la pianura friulana, gode di uno splendido panorama e funge da partenza per interessanti percorsi naturalistici.

Il paese fu protagonista nel 1855 dell’apparizione della “Madonna de sesule” che segnò profondamente tutta la comunità.

Un’occasione unica per ripercorrere insieme una storia troppo spesso dimenticata, beneficiare di uno splendido contesto naturalistico e godere dei sapori della cucina locale.

Luogo e ora dell’incontro: Pro Loco Porzus – ore 9.30

Programma dell’escursione:

1. Presentazione del prof. Paolo Strazzolini delle vicende connesse all’eccidio presso la Pro Loco Porzus con il supporto di materiale mediatico.

2. Trasferimento alla malga per visionare i luoghi della tragedia.

3. Tappa alla Bocchetta di S. Antonio: cronaca dei fatti connessi alla disfatta di Caporetto.

4. Pranzo alla malga Zaro comprensivo di primo, secondo, dolce, caffè, vino e acqua.

I Trasferimenti da un luogo all’ altro (di circa 10- 15 minuti ciascuno) avverranno con auto propria in modo da dare maggiore spazio alla presentazione dei fatti storici.

SCARICA MAGGIORI INFO